Daniel (film streaming)

Un film di Sidney Lumet. Con Timothy Hutton, Mandy Patinkin, Amanda Plummer, Edward Asner, Peter Friedman. USA, 1983.

Dopo il tentativo di suicidio della sorella Susan Isaacson, Daniel, attivista pacifista e impegnato sul fronte antinucleare, è alla ricerca della verità riguardo i suoi genitori Rochelle e Paul e alla validità del processo che li ha condannati a morte. In pieno maccartismo erano stati accusati di essere delle spie pagate dall’Unione Sovietica.

LINK FILM STREAMING

Milano ’83 (documentario streaming)

Un documentario di Ermanno Olmi. Italia, 1983.

Milano, 1983: una città frenetica fatta di volti, luoghi, traffico, lavoro, divertimento: le mille sfaccettature dell’umanità milanese.

1983. Ermanno Olmi torna a girare dopo una lunga pausa, necessaria per riprendersi da una malattia muscolare rara che nel frattempo lo aveva colpito. La Regione Lombardia, il Comune e la Provincia di Milano e la Rai commissionano a lui un’opera su Milano da affiancare agli analoghi film girati contemporaneamente da altri cineasti di qualità (fra i quali De Oliveira per Lisbona e Anghelopoulos per Atene) nel segno del documentario sulle grandi città europee. Peggio di così difficilmente sarebbe potuta andare alla Lombardia socialista: la visione umanista, romantica e incentrata sulle piccole cose di Olmi si scontra brutalmente con la prospettiva consumistica a oltranza, tronfia, propagandistica di un benessere basato su false immagini di lusso e spreco gaudente che i craxiani portavano avanti: possibile che nessuno in Regione, Provincia e Comune conoscesse Olmi? (continua)

LINK FILM STREAMING

 

Amore Tossico (film streaming + contenuti speciali)

Un film di Claudio Caligari. Con Cesare Ferretti, Michela Mioni, Enzo Di Benedetto, Roberto Stani, Loredana Ferrara. Italia, 1983.

A Ostia, un gruppo di tossicodipendenti trascina la propria esistenza alla giornata, con l’unico scopo di procurarsi la dose quotidiana attraverso tutti i mezzi possibili: accattonaggio, scippi, rapine, prostituzione. Fra loro vi sono anche Cesare e Michela, che percepiscono di essere sull’orlo di un baratro e cercano disperatamente di uscire dal giro…

Cinema-verità allo stato puro, che si distacca dai toni documentaristici solo nel drammatico (quantunque prevedibile) epilogo. Interpretato da “tossici” autentici, un volonteroso tentativo di leggere la tragedia sociale di emarginati e sottoproletari. Premio come miglior opera prima a Venezia.

“Trainspotting” al confronto sembra “Happy days”

LINK FILM STREAMING

LINK INTERVISTA A CLAUDIO CALIGARI